Archivi tag: sphere

Uscita di Star Trek Online: Agent of Yesterday – Artifacts

Ebbene, eccoci arrivati al grande giorno!

No, non mi sposo, figuratevi se mi sposo, ma di che parliamo? No, no… ma torniamo a noi 😀

Oggi la Cryptic rilascerà la nuova stagione di STO, ovvero Agent of Yesterday – Artifacts, che è a tutti gli effetti un’espansione dell’ultima espansione. Sì, perché parliamo di un ampliamento della recente major release, che a tratti suona anche più corposa. Con questo update percepiremo molti aspetti game-changing che andranno a toccare vecchi aspetti del gioco fissi dal 2010.

Trovate le release notes di quest’ultimo aggiornamento qui. Analizziamo insieme i punti più importanti.

Partiamo subito con un nuovo episodio giocabile, Echoes of Light, che ci metterà di nuovo a confronto con la più recente specie introdotta, ovvero i Lukari. Aiuteremo questa specie a muovere i loro primi passi nella Galassia. Quanto infrangeremo la prima direttiva? Lo scopriremo stasera, giocandola! Così come gli ultimi episodi, ogni settimana, per le prime 3 settimane, l’episodio sbloccherà una reward speciale e sarà giocabile fin da subito.

Il nuovo Fleet Holding K-13 rappresenterà un passo importante nello sviluppo delle basi stellari delle Flotte in gioco. Una nuova struttura, proveniente dal passato, che permetterà alle flotte di sbloccare l’accesso a nuovi oggetti, da console a tratti, passando per outfit e nuove armi a stampo temporale, in linea con l’attuale storyline. Diviso come sempre in 3 Tier, K-13 riattiverà le contribuzioni nelle flotte e creerà un nuovo dilithium-sink nel gioco, contribuendo, molto probabilmente, ad un nuovo abbassamento del tasso di conversione dilitio->zen (o almeno così si spera, ndr).

I kit modules in ground riceveranno un enorme cambiamento. Non ci saranno più le vecchie distinzioni tra mechanic, fabrication, assault, strategic, medical e research, che saranno rimosse per rendere tutti i moduli universali limitatamente alla carriera del personaggio (ovviamente, ndr).  Inoltre, i 5 slot a disposizione, ora disponibili a prescindere dal livello, non saranno più legati al Kit, ma saranno fissi nella pagina dello Status del personaggio. I Kit continueranno a dare i loro bonus passivi ed eventuali abilità attive, così come ora.

L’altra grande novità è che ora saremo in grado di upgradare anche i kit modules, fino ad un massimo di Mark 14 Epico. Quindi scaldate i vostri Tech Upgrade, perché da stasera ne vedremo delle belle!

Anche la grafica ha ricevuto un importante aggiornamento. Ci sarà un sistema di gestione delle luci totalmente rivisto, che darà un nuovo aspetto al vetusto Perpetual Game Engine. La qualità degli effetti grafici è stata generalmente migliorata per rispettare gli standard delle schede video compatibili con DirectX 11, anche al fine di allineare la versione PC col nuovo look già presente sulla versione console di STO. A tal proposito, ci saranno due nuove opzioni grafiche a disposizione dei giocatori: Lighting 2.0, che gestirà le nuove luci, e Dynamic Lighting, che aggiornerà le luci in base all’ambiente circostante.

Le altre migliorie che mi saltano all’occhio ve le posto nella seguente lista:

  • ogni personaggio riceverà 12 slot inventario gratis (grazie mamma Cryptic);
  • non si potranno comprare Master Key al di sotto del livello 10 (forse per combattere gli ec scammers? Vedremo!);
  • i torpedo non targettabili andranno più veloci (ma sì, diamo una mano ai kinetic-users);
  • ripristinati cannone Boolean e uniforme Kelvin sul Lobi Store (eh già, erano scomparsi entrambi con la scorsa patch!);
  • ora riavremo il nostro assignment duty officer per reclutare gli ufficiali di plancia Remani e Romulani (presto, a caccia di Superior!);
  • l’ufficiale scientifico Borg proveniente dall’accolade “Assimilated” ora può essere claimato dal tab Reclaim del Dilithium Store ed è accessibile anche terminando un solo progetto nella reputation Omega, oltre che facendo lo stesso accolade nella missione Khitomer Ground;
  • la cura ad area del set space Sol Defense non condividerà più il cooldown con le abilità Auxiliary to Dampeners/Structural;
  • rimosse le contribuzioni in commodities dei progetti di flotta e sostituite con gli Energy Credits (semplificazione molto piacevole).

Vi invito a seguire il link citato in precedenza sulle release notes, per poter vedere in dettaglio tutto l’aggiornamento di oggi e scovare le altre novità che potrebbero interessarvi!

Ultimo, ma non meno importante, il rilascio delle nuove Lockbox. Questa volta è il turno delle Sphere Builder, lockbox a tema temporale con protagonisti gli oggetti della specie multidimensionale responsabile della costruzione delle famose sfere della Distesa Delfica che abbiamo visto in Star Trek Enterprise!

Tra gli oggetti a disposizione che troveremo in queste nuove box, i nuovi tratti per gli Ingegneri, EPS Overload e Nadion Bypass. Il primo, in base al livello di energia più alto al momento dell’attivazione dell’EPS Power Transfer, darà +CritChance, +ArmorPen, +ShieldPen, +CritSeverity, rispettivamente per Armi, Motori, Scudi e Ausiliari; il secondo, attivando il Nadion Inversion, aumenterà il danno delle armi ad energia!

Interessanti anche Tricorder Analysis, che darà CritSeverity con il Tricoder Scan sugli Scientifici, e Security Detail, che aggiungerà una chance di far usare le granate alle Security Escort sui Tattici!

Disponibili anche due navi T6, una Dreadnought e una Science Vessel, e una piccola escort T5. Non perdetevele!

Con questo è tutto. Vi aspetto stasera online per gustarci tutte le novità 🙂

Un piccolo consiglio finale: ad ogni major release come questa, potrebbe essere normale percepire un certo lag verso il server e qualche piccolo problema da fixare nei giorni successivi. Armatevi di pazienza.

LLAP

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Impressioni a caldo sulla S11 “New Dawn”

Finalmente ci siamo. Addio “Iconian War”, benvenuta “New Dawn”!

Con la patch del 27/10 la Cryptic ha finalmente rilasciato la sua nuova stagione. L’Impero Terrano cercherà in tutti i modi di metterci i bastoni tra le ruote durante la ripresa dopo la guerra con gli Iconiani, e noi, instancabili Capitani, ancora una volta dovremo difendere la nostra amata Federazione.

Sì, perché il villain di questa stagione è la malefica Mirror Leeta. A capo delle forze dell’Impero Terrano, sarà la protagonista delle 3 nuove istanze presentate con la S11. Parliamo di Assault on Terok Nor, Counterpoint e la nuova Battlezone Badlands, con le quali potremo portare avanti l’ultima reputazione introdotta, la Terran Task Force Reputation.

A disposizione di tutti ora c’è anche il nuovo Admiralty System, che altro non è che uno “ship-doffing”, ma con reward migliori e più corpose. Senza contare le nuove Herald Lock Box, piene di specialità di cui tratterò dopo.

Ma adesso parliamo delle mie impressioni. Cosa promuovo e cosa boccio?

Tralasciando che è stato un avvio di stagione meno traumatico del previsto e con un buon ritorno di player, quello che mi ha lasciato sorpreso è proprio la qualità delle nuove istanze. Non fraintendetemi, lo sappiamo che la Battlezone Badlands è ancora piena di bug, ma contenuti come Counterpoint (qui un video da Tribble di Timber Wolf) o il nuovo episodio Sunrise denotano miglioramenti sostanziali rispetto alle vecchie missioni. Nuovi modi di affrontare le situazioni e non più il classico spara-spara per tutto il team, a mio parere (come nella fase del teletrasporto dei team d’assalto a Counterpoint).

Ottimo anche il nuovo sistema Admiralty. È facile ottenere critici sugli specialization xp e sugli skill point, senza contare i materiali viola R&D, il dilitio e gli energy credits. Non mento dicendo che è possibile fare 1 spec point ogni 2gg stando fermi a Earth Spacedock quando vi va bene, quindi il mio consiglio è di usarlo costantemente. Forse la manutenzione delle navi di alta qualità una volta usate per gli assignment è un po’ troppo lunga, ma si compensa con altre card di navi (potete usare anche quelle sotto il tier 5 e le mirror).

La nuova Lock Box invece è anche troppo buona, e ora vi spiego perché. Le navi, che sono 3, 1 lobi e ben 2 dalle box, sono eccezionali, specialmente la Herald Baltim Heavy Raider [T6]. Un raider con tutte le caratteristiche che un top player vorrebbe avere su una escort, una tonnellata di stazioni universali, un turn rate di 21 punti base e addirittura una doppia ibridazione, pilot e intel. Unica nota dolente sono gli scudi (modificatore di 0.95), ma con la sua potenza di fuoco compensa alla grande. La potete vedere qui in azione in un video in cui SOB fa a coriandoli i borg in una Infected Space Advanced.

Ottimo anche il tratto “Self-Modulating Fire (Space)”, che reputo principalmente da PvP, il quale permette, a chance quando si fa un critico su un target, di avere 50% di shield penetration per 10s. Must have.

Anche le altre due navi, la Herald Quas Flight Deck Cruiser [T6] e la Herald Vonph Dreadnought Carrier [T6], sono ottime nuove arrivate e, specialmente la seconda, ha un tratto, a mio parere, fenomenale. Parlo di “Peak Efficiency”, che riduce il cooldown delle abilità bridge officer fin quando lo scafo rimane sopra l’80%. Se siete dei ricconi galattici, prendetela (le quotazioni sono fuori exchange, si parla di 600’000’000 di EC a salire sui canali trade…).

Quindi è tutto così rose e fiori? No, infatti la nuova Battlezone Badlands, per quanto sia buona, secondo me non è altro che un copia-incolla della vecchia Battlezone space Undine nella Dyson Sphere. Poi, essendo agli inizi della stagione, è stata ovviamente presa d’assalto da migliaia di player, quindi lagga moltissimo. Diamogli qualche settimana per stabilizzarsi.

Invece Assault on Terok Nor con i PuG è il delirio, perché nella fase della sequenza di console, i PuG cliccano tutto a caso, facendo fallire gli opzionali. Inoltre reputo la fase finale, dove si “depotenzia” Mirror Leeta, un po’ troppo lunga. È consigliato andarci con un team di flotta o con i canali DPS. Ad ogni modo, anche questa è una nuova missione, quindi dobbiamo dare tempo a tutta la community di imparare il walkthrough adatto.

Che dire, come stagione, globalmente parlando, ha tutti i buoni propositi per avere successo, ma, come vediamo nella nuova lock box, il powercreep è ancora il punto focale della Cryptic.

Abbiamo però visto che contenuti migliori possono essere presentati, come Sunrise e Counterpoint. Quindi, alla fine, quella lucina piccola piccola in fondo al tunnel del grinding magari esiste davvero…

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,